Trasferirsi in una nuova casa è un’esperienza eccitante. Tuttavia tutte le operazioni pratiche da compiere possono destabilizzare se non sappiamo in che cosa consistono. Due tra queste sono l’imbiancatura e il subentro gas.

Decidere di procedere con il classico fai-da-te è un’arma a doppio taglio. Difatti il risparmio di tempo e di soldi che immaginiamo di avere, non sempre corrisponde a quanto succede nella realtà. Imbiancare le pareti è un’operazione complessa e il rischio è quello di dover chiamare un professionista per sistemare le tante pecche del nostro lavoro.

In questo articolo ti daremo qualche consiglio su:

  • come effettuare il subentro gas
  • quali sono i passaggi per un’imbiancatura perfetta della tua nuova casa

Subentro gas: cos’è e come si fa

Quando si entra in una nuova abitazione, la prima azione da fare è cambiare il nome dell’intestatario dei contratti luce e gas già in essere. Se il precedente inquilino ha disattivato le utenze, l’operazione da compiere si chiama subentro.

Può sembrare complicato, ma Cst Taranto è venuto in nostro aiuto creando la guida subentro gas che ci facilita la vita. All’interno dell’articolo sono spiegati nel dettaglio tutti gli step dell’operazione. Vediamoli insieme.

  1. Selezionare la nostra offerta – Dover procedere con il subentro gas ci permette di valutare tutte le proposte dei fornitori e scegliere la più conveniente per le nostre esigenze.
  2. Raccogliere i documenti necessari – Servono a identificare l’intestatario del contratto e l’abitazione che necessita della fornitura.
  3. Inviare la domanda di attivazione del nuovo contratto.

I costi del subentro gas sono moderati: si parla di una cifra tra i 40 e i 100€. I tempi di attivazione si aggirano attorno ai 12 giorni lavorativi, ma il consiglio è sempre quello di muoversi per tempo per non rischiare spiacevoli sorprese.

I passaggi per un’imbiancatura perfetta

Certi di poter disporre del gas, dobbiamo occuparci di un’altra attività fondamentale: l’imbiancatura delle pareti. Anche qui i passaggi da compiere non sono tanti, ma l’abilità tecnica richiesta rende necessario l’intervento di un professionista.

Vediamo come procedere.

  • Richiedere un preventivo – In questa fase un professionista valuterà estensione e qualità delle pareti per indicarvi un prezzo che tenga conto di materiali e manodopera necessaria. Qui trovi un form per poter richiedere un preventivo.
  • Proteggere il campo di azione – Approvato il preventivo, è il momento di preparare la casa proteggendo oggetti e parti di muro che non dovranno entrare in contatto con la pittura.
  • Preparare il supporto – Protetti mobili, infissi, interruttori e battiscopa, si passa alla preparazione delle pareti. L”imbianchino si occuperà di rendere la superficie liscia e pulita per ottenere il miglior risultato finale.
  • Tinteggiare le pareti – In questo step si procede inizialmente con l’imprimitura per permettere alla vernice di aggrapparsi al muro. Successivamente si passa a stendere diverse mani del colore scelto in fase di progettazione.

Scegliere le tonalità con cui dipingere le pareti è un aspetto importante che da solo può arredare le nostre stanze. Se sei alla ricerca di ispirazione, ti consigliamo la lettura di questo articolo del Corriere della Sera Living.