Dai 4 ai 10 anni i maschietti sognano spesso di essere astronauti, paladini della giustizia oppure giovani esploratori. Fantasie idealizzati che rappresentano una fase transitoria. Ecco perché è preferibile optare come colori cameretta bambino su scelte in grado di rilassare e liberare la fantasia. Un ambiente in grado di prestarsi alle possibilità infinite che scaturiranno dalla loro fervida immaginazione. 

Colori cameretta bambino: bianco e grigio

Il grigio è il tono neutro per antonomasia. Discreto, si adatta al resto dell’arredo e, soprattutto, si combina perfettamente a qualsiasi altra tinta. Ricorrendovi andrai sul sicuro. L’unico aspetto da tenere in considerazione è la luminosità della stanza. Se chiara e soleggiata imporrà una palette più scura rispetto a una buia e fredda. Abbina il bianco al grigio per creare un’atmosfera dolce e luminosa. Per delimitare il locale, orientati su differenti tonalità di grigio. 

Bianco e grigio + giallo

L’aggiunta di una terza nuance ai colori cameretta bambino bianco-grigio permette di generare tutt’altra atmosfera. Mentre l grigio fa della versatilità un punto di forza, le opzioni fluo e accese donano vivacità e dinamismo. Il giallo, stimolante e allegro, illumina pure le aree più buie. Accostato al grigio dà vita a un connubio speciale, in quanto quest’ultimo ne pone in risalto le peculiarità. Adotta un intenso giallo girasole per esaltare appieno il contrasto cromatico.  

Bianco e grigio + arancione

Secondo la medesima logica, una strada altrimenti percorribile consiste nel coniugare l’arancione al duo bianco-grigio. Difatti, la calda tinta è in grado di ravvivare il clima. Un bell’arancione acceso veicola energia, tanto nella camera di un bimbo quanto in quella di una bimba. Se hai dunque intenzione di donare un tocco di brio alla cameretta, preferiscilo al rosso. La seconda opzione è troppo eccitante e rischia di compromettere la qualità del sonno del tuo piccolo.  

Bianco e azzurro

Grande classico per i colori cameretta bambino, l’azzurro è tuttora parecchio apprezzato. Le varie sfumature che può assumere si fondono magnificamente tra loro. Etereo e luminoso, il celeste è il top per locali di dimensioni ridotte. Tale tinta chiara e fredda, infatti, è in grado di ampliare i muri, dando l’impressione di maggiore spaziosità. La combinazione con il bianco pone pienamente in risalto la luminosità. Indipendentemente dalla palette scelta, non aver paura di osare, piegando le regole a tuo piacimento. 

Il turchese e l’azzurro si abbinano in maniera eccelsa al bianco poiché solari e il candore le enfatizza ulteriormente. In aggiunta, tappeti, lenzuola, cuscini e lampade sono facilmente sostituibili, qualora tuo figlio ti chieda rinnovamento. 

Bianco e azzurro con un tocco di grigio

Frapposto tra l’azzurro e il bianco, qualche nota di grigio contribuisce a ridurre l’intensità del contrasto cromatico. Ammorbidisce l’ambiente, purché adottato nella giusta gradazione, in base alla luminosità dello spazio:

  • se il locale è ricco di luce, puoi optare per una palette più neutra, con sfumature azzurre, effetto “cemento”;
  • se è “freddo”, esposto a nord, imporrà un grigio più caldo, con lievi cenni rosati. 

Ad ogni modo, la scelta migliore è sempre quella di chiamare in causa ditte esperte. Tipo la nostra: Wall Specialist è una realtà consolidata, dallo staff formato e competente. Se ci contatterai avrai la certezza di parlare con chi se ne intende. Sapremo darti i consigli migliori ed eseguiremo il lavoro di tinteggiatura al meglio, da veri professionisti!

Blu, grigio e giallo

Non c’è niente di meglio del giallo per infondere energia a un ambiente. Basta poco e questo colore tanto intenso irradierà un’intera stanza. L’accostamento di blu (tinta fredda) e grigio può risultare un po’ privo di vitalità, però fondamentale per il vostro piccolo. Il giallo, notoriamente stimolante per la mente, è la tonalità più consigliata per controbilanciare l’azione del blu, troppo rilassante.

Azzurro e arancione

Le due tinte complementari sul cerchio cromatico, fanno meraviglie se unite. Rinforzandosi l’un l’altro generano forte dinamicità. Il puro arancione si combina magistralmente con l’intera gamma dei blu, dal turchese all’oltremare, al cobalto e così via. Se aggiunte al bianco le colorazioni consentono di porre enfasi sul “vuoto” creato. Una valida soluzione per conferire una maggiore sensazione di spazio in una cameretta condivisa. In tal caso, il colore è utile a strutturare il locale, evidenziano i dettagli, come le testate dei letti. 

Verde e bianco

Né troppo rilassante né troppo eccitante, il verde si colloca esattamente a metà strada tra il blu e il rosso. Assai armonioso, costituisce una valida opzione per i colori cameretta bambino. 

Colori cameretta bambino: il Greenery

 

Sei interessato a una soluzione “alla moda”? Perché non puntare sul verde “naturale”, che sboccia in un ambiente in stile green? Eletta da Pantone colore dell’anno nel 2017, la nuance Greenery è una tinta stimolante, ma non eccessivamente. I verdi più vivaci, accostabile al giallo, tipo il verde anice, favoriscono la concentrazione, particolarmente suggeriti per l’angolo studio.